Username   Password       Recupero Password - Registrati
Novità Newsletter
Il progetto Mare
Presentazione
I convegni
Le persone
Organizzazione
Lo Stato da mar di Venezia
Lo Stato da mar
Il sito
Lo svolgimento del progetto
L'organizzazione dei risultati
Gli Statuti
Gli Atti di dedizione
Gli elenchi dei Rettori
Le Commissioni, i dispacci, le Relazioni
Fonti e bibliografia
Le aree geografiche
Introduzione
Istria
Triestino
Dalmazia
Albania
Levante
-Isole Ionie
-Isola di Negroponte
-Isola di Candia
-Morea
-Arcipelago greco
-Grecia continentale
-Isola di Cipro
-Signorie feudali
Altre magistrature
Cariche da mar
Bailo e consoli
Motore di ricerca
Accedi al Motore di ricerca







Le aree geografiche

 Area: Istria
 Feudo: Orsera


 Inquadramento storico geografico amministrativo

Cittadina portuale sulla collina che domina da nord l'imbocco del canal di Leme, feudo del vescovo di Parenzo dall'età altomedievale, passando quindi a Venezia con questa. Nell'ambito dei processi politici allora in atto, il decreto del Senato dell'11 marzo 1778 ne decise la secolarizzazione e l'incamerazione, con ricompensa annua al vescovado, e venne provvisoriamente dato incarico al podestà di Capodistria di nominare un giurista laico col titolo di Deputato provinciale per il governo del territorio. Il Deputato, coadiuvato dall'economo, aveva il potere esecutivo locale; il podestà di Capodistria aveva il controllo provinciale e le funzioni di raccordo con Venezia; la magistratura veneziana dei Deputati ed aggionti alla provison del danaro pubblico erano investiti dal Senato di poteri di controllo e decisionali di ultima istanza, realizzando così un assetto unico in Istria.
Il Deputato nominato, Zorzi Minotto, avanzò diverse proposte per il riassetto economico di Orsera, che però non vennero mai eseguite; all'inizio del 1783, per le difficoltà insorte, le troppe competenze assegnateli e l'età avanzata, lasciò incarico, consegnandolo arbitrariamente al figlio Andrea. Il podestà di Capodistria nominò un nuovo deputato, e dopo di lui altri due, per un totale di quattro. L'area non decollò economicamente come sperato; nel 1786 il Provveditore generale di Palma venne incaricato di una relazione; nel 1787 la Deputazione venne subordinata alla sovrintendenza della provveditoria di Palma, sino al 1794 quando la Deputazione venne soppressa ed Orsera fu assoggettata alla giudicatura in prima istanza della podesteria di San Lorenzo.

 Cronologia
1267
castello del vescovo di Parenzo
1778-1794
organizzato in Deputazione provinciale
1794-1797
aggregato alla podesteria di San Lorenzo.

 I Rettori veneziani
- 1778-1783 Deputato

 Bibliografia

MARINO BUDICIN, La Deputazione provinciale di Orsera, 1778-1794: istituzione peculiare del crepuscolo veneziano in Istria, "Acta Histriae", III (1994), pp. 133-148.

     © 2019 All Rights Reserved